Biblioteche di strada, un nostro progetto

Vivere la strada

4 biblioteche, 4 panche, 4 vasi, 4 piante e via A. Paternostro così come la vorremmo

Il progetto

L’idea che sta alla base di questo progetto è quella di rendere maggiormente vivibile, sia per chi ci vive sia per chi ci lavora sia per chi ci passa, via Alessandro Paternostro, moltiplicandone le occasioni per fermarvisi (le sedute), ampliando l’offerta di servizi pubblici in strada (le biblioteche), abbellendola (i vasi e le piante). Questa iniziativa, che pensiamo di realizzare intorno alla fine d’ottobre, coinvolgendo i residenti ed i commercianti di via A. Paternostro e delle vie limitrofe, si avvarrà di alcuni sponsor commerciali ed avrà, se concesso, il patrocinio dell’Accademia di Belle Arti di Palermo e degli Assessorati al Centro Storico ed alla Cultura del Comune di Palermo. Il progetto prevede un budget di 1000 euro, 250 euro per ciascun artista) a disposizione di quattro artisti ed artigiani a ciascuno dei quali chiederemo di realizzare una biblioteca, una seduta ed un copri vaso.

L’iniziativa avrà la durata di quattro giorni durante i quali procederemo ad una pulizia straordinaria di via A. Paternostro, alla sistemazione e presentazione delle opere realizzate, oltre a due giorni di festa finale con musica e spettacoli ed un mercato contadino la domenica mattina. Chiederemo a tutti i commercianti di esporre i loro prodotti in strada e chiederemo inoltre all’Amministrazione comunale la chiusura al traffico della strada per l’intera durata della manifestazione , la sistemazione di alcuni vasi in Piazza Cattolica e lo spostamento dei cassonetti dei rifiuti.

Biblioteche di strada

Il progetto prevede la costruzione di quattro scaffalature per le biblioteche di strada, (una dedicata all’infanzia, una alla Sicilia, una alle arti, all’artigianato, alle guide ed alle tecniche ed una alla narrativa anche in lingua straniera), tutte da realizzare con materiale di riciclo, da posizionare all’aperto in via Alessandro Paternostro per cui dovranno essere capaci di tutelare i libri dagli agenti atmosferici ed affidate a gruppi di commercianti che le curino provvedendo alla loro pulizia, alla loro manutenzione ed alla loro chiusura ed apertura quotidiana.

Le biblioteche di strada funzioneranno in maniera gratuita, chiunque potrà prendere in prestito un libro registrandosi in un apposito registro e restituirlo dopo averlo letto. Il sistema delle biblioteche di strada di via Alessandro Paternostro prevede che ad arricchire le biblioteche siano gli stessi utenti donando libri attinenti ai temi a cui le quattro biblioteche sono dedicate. Gli estensori di questo progetto sottolineano che in nessun caso saranno accettate opere dal contenuto razzista, omofobico o che facciano apologia del nazifascismo.

Le sedute, i copri vaso e le piante

Sia le sedute che i copri vaso dovranno essere realizzati con materiale riciclato utilizzando uno stile coerente con le scaffalature realizzate per le quattro biblioteche di strada. Le piante saranno un albero di limone, un albero di olivo, un albero di arance ed una pomelia e come nel caso delle biblioteche, la loro cura sarà affidata ad un gruppo di commercianti.

Crediamo che questa iniziativa, a costo zero per la collettività, possa essere un modo molto concreto per promuovere sia la cultura sia un modo diverso di vivere la città, riappropriandosene e curandola.

Wine

le cantine presenti al Bar Gaibaldi sono

Cristo di Campobello CdC rosso, Cdc Bianco, Adenzia, La Luci
www.cristodicampobello.it

Valle dell’Acate Frappato, Il moro, Cerasuolo di Vittoria
www.valledellacate.net

Case Ibidini Syrah, Nero d’Avola, insolia
www.valledellacate.net/index.php?fbl=a4&eng=Area3&idm=4

Duca di Castelmonte, Gibelé, Dianthà, Tareni insolia, alcamo, syrah, nero d’Avola
http://www.carlopellegrino.it/ita/

Vasari  
Nocera
http://www.biovinivasari.it/produzione.htm

Villa Sandi Tardo, Filio
http://www.villasandi.it

Erste + Neue Gewurz Traminer, Chardonnay, Muller Thurgau, Weiss Burgunder, Pinot grigio
www.erste-neue.it

 

Venerdì si pranza a base di pesce

A partire da venerdì 5 luglio, ogni venerdì per tutta l’estate, ma anche dopo, abbiamo pensato di arricchire il menù della nostra cucina proponendo un pranzo a base di pesce.
Puntiamo su novità, qualità e prezzo come sempre ultra competitivo dati i tempi che corrono.
Per i vegetariani e per i vegani saranno comunque possibili validissime alternative.
Ecco il menù:
Assaggi
Fagottini nero di seppia verdure e pasta sfoglia
Sarde allinguate all’albicocca
Polpette di sarde
Cozze scoppiate in salsa agli aromi
Polpo e patate

Primi a scelta tra
Pasta al nero di seppia
pasta gambero rosso e mandorle

Il tutto a Euro 12,00
oppure assaggi euro 8,00
primi euro 7,00